Brigante Busi Sciannimanica

09 Ottobre 2017

Tris d'Assi a Cles


 

(In Copertina Emiliano Brigante, Milena Busi e Tommaso Sciannimanica)

 

Di Franco de Mori

Emiliano Brigante, nato a Monfalcone, residente a Ronchi, tesserato per la Fincantieri Atletica Monfalcone ed allenato da Sergio Tonut, non solo stupisce tutti vincendo a 14 anni i 5000 Marcia ma sbriciola il vecchio Primato Regionale che apparteneva "nientepopodimeno" che al grande Diego Cafagna (23'37"83 a Rimini nel lontano1990) con uno straordinario 22'32"03 dopo una lotta all'ultimo sangue con il lombardo della Riccardi Milano Gabriele Gamba. Tanto si temeva per eventuali squalifiche ed invece tutto è andato liscio con nemmeno un'ammonizione: straordinario !

Dominio FVG anche nell'asta maschile con una doppietta da sogno ad opera dei due portacolori della Libertas Sacile, pupilli di Agnolet e Merlino, che rispondono ai nomi di Tommaso Sciannimanica di Sacile ed Alessandro Padovan di Fontanafredda.

Entrambi superano i 3,90 ma la vittoria va a Sciannimanica per minor numero di errori: da notare che Padovan ha solo 14 anni e che quindi l'anno prossimo sarà ancora della partita.

Milena Busi, che è la seconda giavellottista italiana cadetta di ogni tempo con 53,86, non tradisce le aspettative e si mette puntualmente al collo la medaglia d'oro con un ottimo 52,41.

Enrico Sancin è il superfavorito degli 80 ma incappa in una partenza poco efficace che consente al suo grande rivale il veneto Federico Guglielmi di prendergli un metro di vantaggio che poi difende fino in fondo: 8"96 a 9"08.

Questo secondo posto, che in effetti brucia, non intacca la classe cristallina del grande velocista triestino che conclude una stagione da incorniciare piena di primati e di successi, anche internazionali.

Tre le medaglie di bronzo con Francesco Bertok (35"90 sui 300 dietro al fuoriclasse romano Lorenzo Benati e vicinissimo al lombardo Previtali), Giovanni Silli (3'28"17 sui 1200 siepi dopo una incredibile volata) e la staffetta 4 x 100 maschile con Antonel, Modesti, Bertok e Sancin in 43"78.

Ottimi piazzamenti per Masresha Costa quarto nei 1000 in 2'40"87, Anna Costella anche lei quarta nel lungo con 5,45 ad un solo centimetro dal podio, Elisa Ius quinta nel triplo con 11,46, la 4 x 100 femminile (Zanchetta, Corradin, Costella, Ius) quinta in 49"70 ed il mezzofondo femminile dove Elena Francescatto ed Ilaria Bruno conquistano la sesta piazza con rispettivamente 3'04"47 sui 1000 e 6'46"10 sui 2000 ad un secondo dal record regionale.

Nei primi 8 anche Federico Petracco nel peso (14,08) e Ginevra Pase nell'Alto (1,55) mentre una speciale citazione va ad Aurora Zanchetta vincitrice della Finale B degli 80 Hs in 11"90.

Sensibili miglioramenti nei salti in estensione maschili con Luca Basile a 6,11 nel lungo e Giuseppe Drago a 12,81 nel triplo.

Queste le luci ma purtroppo lamentiamo anche qualche ombra come i tre nulli nel martello maschile e nell'asta femminile, l'infortunio durante i salti di prova del lungo con tanto di ricovero in ospedale per l'esathleta Leonardo Danelutti (per fortuna solo una distorsione al ginocchio) e soprattutto i problemi del favoritissimo primatista nazionale del giavellotto Michele Fina infortunatosi, anche se in modo lieve, al primo lancio con conseguente non qualificazione per la finale. Con tre gare a zero punti e Fina a mezzo servizio ci siamo dovuti accontentare di un settimo posto tra le 21 Regioni italiane che è comunque onorevolissimo (l'anno scorso siamo stati sesti) ma che ovviamente non ci soddisfa appieno.

Guarda Tutti i Risultati da Cles: CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI E PER REGIONI 2017

 


La Squadra del Friuli-Venezia-Giulia a Cles


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate