Campionati Regionali Assoluti

09 Luglio 2018

In grande evidenza Paiero e Crnigoj


 

(In Copertina Gabriele Crnigoj)

 

Di Franco De Mori

Spostati a Udine pochi giorni prima a causa delle precarie condizioni della pista di Gorizia, i Campionati Regionali Individuali Assoluti hanno fatto registrare un numero di assenze decisamente superiore al fisiologico ed in alcuni concorsi non si sono visti addirittura i primi 10 dell'anno. Gli assenti hanno sempre torto ed onore al merito a chi ha saputo comunque tirar fuori dal cilindro prestazioni di grande levatura. E' il caso di Elisa Paiero, azzanese dell'Atletica Brugnera allenata da Mara Nespolo, che dopo sei anni torna a scendere sotto i 12" sui 100 e lo fa alla grande con 11"94 ad un solo centesimo dal personale del 2012: superate in graduatoria le due leader stagionali Berton e Bellinazzi (11"95). L'Uomo migliore è invece Gabriele Crnigoj del Malignani, allenato da Edmondo Codarini capace di 14"34 sui 110 Hs con - 0.5 di vento. Alle sue spalle Riccardo Del Torre era avviato anche lui ad un gran tempo ma sfortunatamente è caduto proprio sull' ultimo ostacolo. Bella, anche se non su grandissimi livelli, la gara dell'asta maschile terminata, fatto inusuale, con un pari merito a 4,30 tra l'Allievo di Sacile Campione Italiano Cadetti dello scorso anno Tommaso Sciannimanica ed il decathleta triestino Lorenzo Modugno. Sempre su buoni livelli il discobolo Riccardo Olivo (49,14) e le staffette veloci della Trieste Atletica (42"09) e di Brugnera femminile (47"77).

Gli ostacoli femminili vanno ad Anna Bionda in 14"68 davanti ad una Nicole Del Bianco in netto miglioramento (14"87) mentre Letizia Pepe con 12,32 di Peso fa il minimo per i Campionati Italiani e la Copetti batte la Martinis nel Martello 51,90 a 50,75.

La seconda giornata è rovinata dal vento contro, basti pensare che Enrico Sancin vincitore dei 200 in 22"55 si è trovato davanti ad un muro da - 3.0. Niente male il mezzofondo maschile soprattutto con Agostino Nicosia che ha fruito di una lepre di lusso di nome Matteo Spanu ed ha chiuso in un probante 1'51"65, ma anche con Luca Tripodi, goriziano della Trieste Atletica, che con 14'47"90 ha trascinato al PB Tobia Beltrame (14'54"34). Nei 400 Hs Diego Dalla Costa vince con 52"96 e Cristiano Giovanatto migliora ancora con 53"56. Bella lotta nel Lungo tra Bruni e Pirrò conclusasi 7,07 a 7,06 per il primo: peccato che il vento per Pirrò soffiasse addirittura a + 3.9. Giada Andreutti si limita a vincere nel Disco (51,76) e si chiude la due giorni di Paderno con la vittoria del Malignani nella staffetta del miglio (3'23"34) sulla Trieste Atletica (3'26"08)

Ultima citazione per Giulia Chessa che vince i 200 (25"87), i 400 (57"43) e la 4 x 100 e per Anna Costella, sedicenne di Sacile, regina dei salti in estensione con 5,49 di lungo e 11,32 di triplo alla prima uscita (sia pure ventoso).

Per la cronaca la Trieste Atletica vince la 57^ Coppa Marino Borghes davanti al Malignani ed all' Atletica Brugnera.

Mercoledì il Meeting Internazionale di Lignano, giovedì Trofeo Modena a Remanzacco e sabato ancora Atletica Internazionale con il Triveneto Meeting a Trieste. E non è finita: il 20 il Memorial Agosti a Pordenone ed il 21 il Meeting del Cus a Trieste ed il Giovanile di Brugnera. Poi per qualche settimana tiriamo il fiato.

 

Guarda Tutti i Risultati da Udine: Campionati Regionali Individuali Assoluti


Elisa Paiero(foto fvg/fidal)


Condividi con
Seguici su: