Feruglio e Nonino Campioni Italiani

13 Settembre 2020

Vattolo, Lazzarato, Camossi e Pezzetta sul podio

 
(In Copertina Alessandro Feruglio e Alberto Nonino)

Di Franco De Mori

Torniamo dai Campionati Italiani Allievi di Rieti con un discreto bottino, in alcuni casi inaspettato : 2 Ori, 2 Argenti e 2 Bronzi con 3 quarti posti e tanti primati personali.

Doppietta degli Allievi di Vecchiato: Alessandro Feruglio sul gradino più alto del podio con 69,71 e Davide Vattolo secondo con 65,47. Non sono primati personali ma l’obiettivo principale della stagione è centrato. Anche Laura Lazzarato è d’Argento nel Martello con 57,99 alle spalle di quell’autentico fenomeno che risponde al nome della livornese Rachele Mori capace del record italiano a 70,41. Comunque la portacolori del Malignani ha solo 16 anni e c’è tutto il tempo per crescere. Finalista anche Angie Tavano con 45,91 a riprova della bontà della scuola udinese del martello al Malignani.

Alberto Nonino, anche lui del Malignani, era al primo decathlon della carriera. Nell’esathlon Cadetti aveva già dimostrato di che pasta era fatto e sinceramente ci speravamo. Le aspettative non sono state deluse e ci ha regalato una bella vittoria con il solo rimpianto di non aver battuto il record regionale per un solo punto : 6.255 contro i 6.266 di Leonardo Danelutti risalente all’ottobre dell’anno scorso a Nova Gorica in Slovenia. Questi i parziali : 100 11”65, Lungo 6,76, Peso 11,75, Alto 1,92, 400 54”16, 110 Hs 14”94, Disco 39,26, Asta 3,50, Giavellotto 37,28 e 1500 5’21”95. Proprio dal Decathlon ci vengono altre soddisfazioni con il Bor Atletika Trieste che piazza al 5° posto Matija Pucnik (5.878) e con Peter Savron che si migliora con 5.405. I tre si inseriscono rispettivamente al 2°, 3° e 5° posto delle Graduatorie Regionali All Time.

E veniamo ai Bronzi.

Caterina Camossi allenata dalla madre Giada Gallina, grande velocista dei primi anni ‘90 e con i cromosomi del padre Paolo, già campione del mondo di Triplo, prima arriva 5^ sui 100 con un bel 12”22 e poi esplode sui 200 cogliendo il 3° posto in 25”17. Anche lei è al primo anno di categoria. Del tutto inaspettato invece il Bronzo di Giulia Pezzetta nel Disco con 37,93 in qualificazione e 37,52 in Finale. Questa ragazza del Malignani piano piano ma costantemente cresce e presto si affaccerà alla soglia dei 40 m.

Ad un passo dal podio Cesare Caiani sugli 800, che non sono propriamente la sua specialità essendo più portato per le distanza lunghe (vedremo a Modena), dove giunge quarto scendendo a 1’56”01 in batteria e poi 1’57”79 in Finale: indubbiamente si è molto velocizzato.

Benissimo gli ostacolisti. L’allievo della Gemonatletica nato a San Daniele e residente a Reana del Roiale Mattia Clemente è anche lui quarto in finale ma con il grande tempo di 53”83 che ormai è secondo al solo vecchissimo record regionale di Michele Prez (53”54 nel 1995). Stesso piazzamento sui 110 Hs per Simone Coren del Malignani con un gran 14”44.

Da citare ancora il 5°posto di Davide De Faveri (Atl.2000 Codroipo) sui 400 in 51”18 (51”09 in batteria), il 6° posto del pesista di Pordenone Giovanni Sordi con 15,40 (15,42 in qualificazione), i progressi di Roj Locatelli nel Disco (8°con 42,85), Chiara Corazza in Finale B con 59”66 sui 400 e 1’07”26 sui 400 Hs e le staffette 4 x 400 del Cus Trieste femminile (Sestan,Corazza, Sarcletti e Bressan) 6^ in 4’06”93 e dell’Atletica 2000 Codroipo maschile (De Marco,Martinelli,Novello e De Faveri) 8^ in 3’32”47.  

La settimana prossima ancora Campionati Italiani stavolta per Junior e Promesse a Grosseto.

Guarda Tutti i Risultati da Rieti: 55^Campionati Italiani Allievi su Pista


Davide Vattolo, Giulia Pezzetta e Mattia Clemente


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate