Jacobs 10"10 al Triveneto Meeting

07 Luglio 2019

L'Allievo Galimi superlativo sui 1500


 

(In Copertina Marcell Jacobs)

 

Di Franco De Mori

Edizione stellare del Triveneto Meeting, che ha compiuto 12 anni, al Grezar di Trieste. Tutti attendevano Marcell Jacobs sui 100 ed il pupillo di Paolo Camossi non ha deluso giungendo secondo in 10"10 alle spalle del sudafricano Thando Dlodlo che lo ha preceduto di soli 2/100. Nella Finale era l'unico italiano tra 3 sudafricani, 3 giamaicani ed un trinidadiano. Per entrare nella Finale ci volevano 10"62 e l'ottavo ha corso in 10"68. Tutti consideriamo Marcell uno di famiglia in quanto si è allenato per tanto tempo a Gorizia ed è seguito dal nostro Fiduciario Tecnico Regionale, Tra i nostri Giuseppe Brunello si migliora nelle batterie con 11"01.

Altra gara clou i 400 con i giamaicani ai primi 4 posti e Akeem Bloomfield, che ha un personale inferiore ai 44", ad aggiudicarsi la vittoria di un soffio su Rusheen McDonald : 45"64 a 45"69. Molto bene Cristiano Giovanatto (49"18) e Agostino Nicosia (49"76).

Dove di soddisfazioni ne abbiamo avute tante sono i 1500 con la vittoria del friulano Matteo Spanu in 3'46"22 ma soprattutto con Niccolò Galimi che giunge sesto ma non accontentandosi dei tre titoli italiani Allievi conquistati quest'anno (1500 indoor, 800 e 1500 outdoor) comincia a dare la caccia ai Record. Con 3'52"97 cancella il grande mezzofondista di San Pier d'Isonzo di origini marocchine Mohamed Mouaouia che nel 2008 a Pordenone aveva corso per i colori dell'Atletica Gorizia in 3'55"04.

Galimi, triestino con la maglia del Malignani, allenato da Stefano Silli, è ormai la speranza del mezzofondo italiano ed è saldamente al comando della Graduatorie stagionali di categoria.

I 110 Hs vanno all'australiano Nicholas Hough in 13"63 davanti al brasiliano Jonathan Da Silva (13"69) ad al saudita Ahmad Almuwallad (13"71). Il nostro Gabriele Crnigoj è in partenza per gli Europei Under 23 ed ha preferito risparmiarsi.

Nel Lungo vince il norvegese Ingar Kiplesund con 7,72 e Davide Rossi si difende bene guadagnandosi la terza piazza (7,28). Infine il giavellotto dove sono in due a superare i 70 m. il polacco Oleszczuk (73,65) e lo sloveno Kranjc (71,17).

Al femminile doppietta giamaicana sui 100 con Natalliah Whyte e Jonielle Smith in rispettivamente 11"18 e 11"20 ed ancora Giamaica con Junelle Bromfield nei 400 (52"84).

Joyce Mattagliano, nata nella Sierra Leone, cresciuta a Trieste, proprio nella Triveneto, ed attualmente in forza al Centro Sportivo Esercito si impone negli 800 con 2'04"82. Stanissa e Rovere si difendono : 4^in 2'08"26 e 5^ in 2'09"61.

Anna Bionda non va male nei 100 Hs (14"24) ma in un contesto di questo livello niente può contro il 12"79 ed il 13"10 delle giamaicane Tapper e Brown, per non parlare della slovena Tomicic (13"27) e della croata Loncarek (13"37).

Mai a Trieste si era visto un Meeting di questo livello. Bisogna continuare su questa strada: l'Atletica ha bisogno di visibilità. Non possiamo che congratularci con Alessandro Coppola per l'impegno profuso ed il risultato raggiunto .

Martedì il Meeting di Lignano e Venerdì il Memorial Agosti a Pordenone che precede i Campionati Regionali Assoluti di Monfalcone e Gorizia : avanti tutta !!

Guarda Tutti i Risultati da Trieste: 12°Triveneto Meeting


Joyce Mattagliano e Matteo Spanu(foto fvg/fidal)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 JACOBS LAMONT MARCELL