Premio Orlini a Simone Barontini

07 Dicembre 2017

Il giovane mezzofondista anconetano della Stamura ha ricevuto il prestigioso riconoscimento promosso dal Centro Marcia Solestà


 

Il Premio Antonio Orlini taglia il traguardo delle dieci edizioni. Stavolta il riconoscimento, destinato all’atleta che ha contribuito all’affermazione e al prestigio dell’atletica leggera marchigiana, è andato a Simone Barontini. La scelta è ricaduta sul 18enne della Sef Stamura Ancona per i risultati conseguiti nella stagione 2016, in particolare la medaglia di bronzo agli Europei under 18 sugli 800 metri e il titolo italiano allievi con record nazionale di categoria. Ma il giovane anconetano si è confermato anche nel 2017 con il successo nella rassegna tricolore assoluta indoor, davanti al pubblico di casa. Uno speciale diploma è stato attribuito al suo allenatore Fabrizio Dubbini.

L’iniziativa, promossa dal Centro Marcia Solestà e dalla Fondazione Simona Orlini Onlus, ricorda un protagonista indiscusso della vita di Ascoli Piceno, dove fu sindaco dal 1971 al 1978 e dirigente di spicco dello sport cittadino. Il premio è un pregiato piatto di ceramica realizzato dall’artista Silvia Simonetti e che nel tempo, per tutti gli atleti che lo ricevono, è diventato una sorta di portafortuna.


Nelle precedenti edizioni era stato consegnato alla martellista Clarissa Claretti (2007), al discobolo Eduardo Albertazzi (2008), all’ostacolista John Mark Nalocca (2009), alla quattrocentista Daniela Reina (2010), al saltatore in alto Gianmarco Tamberi (2011), alla specialista delle prove multiple Enrica Cipolloni (2012), al pesista Lorenzo Del Gatto (2013), al marciatore Giacomo Brandi (2014) e alla mezzofondista Eleonora Vandi (2015).

Al Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno), a fare gli onori di casa è stata la signora Elisabetta Alessandrini per la Fondazione Simona Orlini Onlus, in una serata organizzata con il Coni e il Panathlon Club di Ascoli Piceno. Nell’occasione è stato premiato Romano Fenati, vicecampione mondiale di Moto3, e proprio Simone Barontini ha dichiarato di essere un suo tifoso. Numerose le personalità del mondo sportivo e istituzionale che sono intervenute come Guido Castelli, sindaco di Ascoli Piceno, e Fabio Luna, presidente Coni Marche, insieme a Giuseppe Scorzoso, presidente Fidal Marche e vicepresidente vicario Coni Marche, e al maestro dello sport Armando De Vincentis, delegato Coni Ascoli Piceno con i colleghi delegati Coni delle province marchigiane.

Presenti quindi Fabio Sturani, responsabile segreteria di presidenza Regione Marche e presidente onorario Coni Marche, e Francesco Silvi, presidente Panathlon Club Ascoli Piceno, con i fratelli Vincenzo e Vittorio Ferretti del Centro Marcia Solestà, che quest’anno ha organizzato il 46° Trofeo Serafino Orlini valido come campionato italiano di marcia, e Giovanni Ferrari, fiduciario regionale del Gruppo giudici gare Fidal. Sono poi intervenuti tra gli altri, nella serata condotta dal giornalista Valerio Rosa, gli assessori comunali allo sport Massimiliano Brugni (Ascoli Piceno), Pierluigi Tassotti (San Benedetto del Tronto) e Alessandro Cortellesi (Acquasanta Terme), i funzionari comunali Sandro Marcantoni (Ascoli Piceno) e Alessandro Amadio (San Benedetto del Tronto) con Sergio Allegrini, segretario Coni Ascoli Piceno.

(foto di Sandro Perozzi)




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate