Meeting di Lignano

11 Luglio 2019

In mezzo alle Star brillano anche Spanu e Galimi


 

(In Copertina Robert Grant)

 

Di Franco De Mori

Si susseguono i grandi Meetings : dopo il "Triveneto" di Trieste è ora la volta del "Sport & Solidarietà" di Lignano giunto all'edizione del Trentennale. I 100 vanno nettamente all'americano Mike Rodgers in 10"11, i 400 al Caraibico di Trinidad & Tobago Machel Cedenio in 45"34 in volata sul giamaicano Nathon Allen e sul nigeriano Emmanuele Bamidele appaiati a 45"39. Anche nei 100 Donne arrivo al fotofinish con la brasiliana Rosangela Santos che precede l'americana Aaliyah Brown : 11"63 a 11"65. Da notare che le gare veloci si sono svolte prevalentemente sotto la pioggia con tutto quello che ne consegue.

Passando al mezzofondo molto belli gli 800 Femminili dove in 5 sono scese sotto i 2'05" con vittoria della keniana Eunice Sum in 2'02"23. Più netta la vittoria sui due giri di pista maschili dell'Inglese Jaime Webb in 1'46"16. Tripletta australiana nei 1500 dove si impone Matthew Ramsden in 3'37"35 e dove si mette in luce il nostro Matteo Spanu di Campoformido che con 3'43"25 si migliora di più di 3" e si porta al terzo posto assoluto delle graduatorie regionali all time dietro a Fabio Olivo (3'41"67 nel 1987) e ad Enrico Riccobon (3'42"14 nel 2017). Certo quelli davanti viaggiavano ad altissimo livello, in 4 sotto i 3'40", ma il portacolori del Malignani non ha mai mollato ed ha dimostrato che trovando la gara giusta può avvicinare i fatidici 3'40. Ultimamente Spanu si è molto velocizzato e l' 1'50"09 di Trieste la settimana scorsa lo dimostra chiaramente.

I 1500 Donne sono andati all'americana Rachel Schneider in 4'08"33 e Joyce Mattagliano ha sfiorato il personale (4'14"78) con 4'14"97.

I 400 Hs erano dedicati ad Ottavio Missoni ed è spettato al nipote Michelangelo premiare Robert Grant, targato USA ed accreditato di un ottimo 49"81. Le atre gare, tutte di alto livello, sono andate al montenegrino Daniele Furtula (63,11 di Disco), alla portoricana Jasmine Camacho Quinn (13"15 sui 100 Hs), alla slovena Marusa Cernjul (1,83 di Alto) ed all' americana Kate Hall nel Lungo di un solo cm sull'australiana Brooke Stratton (6,52 e 6,51).

Dulcis in fundo il "solito" Niccolò Galimi. In una gara giovanile di contorno ha strappato ad Agostino Nicosia il Record Regionale Allievi dei 600 con 1'20"57 contro l' 1'21"20 del 2014. Nicosia era presente ed ha voluto con grande sportività premiarlo personalmente. Per Galimi è il quarto Record Regionale di quest'anno dopo i 1500 Indoor (4'06"72 ad Ancona il 10/2), il Miglio (4'23"24 a Udine il 25/4) ed i 1500 (3'52"97 a Trieste il 6/7). Ha vinto i Campionati Italiani Indoor sui 1500 ed i Campionati Italiani Outdoor sugli 800 e sui 1500 e vestirà per la prima volta la Maglia della Nazionale a fine mese a Baku in Azerbaigian in occasione degli EYOF (European Youth Olimpic Festival) : NON MALE ! Sempre sui 600, ma al femminile, vittoria dell'Allieva Ilaria Bruno (1'36"88) sulla Cadetta emergente Serena Rodolico (1'38"30).

Naturalmente, come tradizione della Nuova Atletica Friuli, Società organizzatrice, non potevano mancare le gare per gli "Special Olimpics" supportate dalle Atlete giamaicane con in testa la Fraser: anche per loro grande festa e tanti applausi.

Giorgio Dannisi &Co hanno ancora fatto centro offrendo spettacolo e grandi prestazioni.

 

Guarda Tutti i Risultati da Lignano: 30°Meeting Internazionale di Atletica Leggera


Matteo Spanu, Niccolò Galimi ed Eunice Sum(foto archivio/fidal)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate