Statistiche 2020

02 Novembre 2020

Nonostante tutto una buona annata

 
(In Copertina Max Mandusic, Riccardo Riccobon, Nekagenet Crippa, Aurora Berton e Simone Biasutti)

Di Franco De Mori

Non si poteva umanamente sperare che i numeri dei Record e dei nuovi inserimenti nelle Graduatorie All Time fossero in crescita in questo “annus horribilis” per l’intero pianeta. Per quattro mesi, da marzo a giugno, non si è gareggiato e tanti, tantissimi, non hanno potuto nemmeno allenarsi o lo hanno fatto in modo saltuario e alternativo. Il 2020 dell’Atletica si è quindi sviluppato su 2 mesi di indoor e 4 mesi di outdoor : metà anno! Niente incontri internazionali, niente Campionati Mondiali ed Europei, niente Campionati Nazionali di Società, Campionati Regionali ridotti all’osso, gran parte delle Corse su Strada annullate e Campionati Studenteschi saltati. Si sono salvati solo i Campionati Nazionali Individuali dove comunque il Friuli Venezia Giulia ha saputo ritagliarsi ampi spazi.

Citiamoli tutti questi “eroi” che hanno indossato la maglia di Campione Italiano. Max Mandusic della Trieste Atletica nell’Asta agli Assoluti di Padova; Masresha Costa (800), Federica Botter (Giavellotto) e Ilaria Bruno (3000), tutti dell’Atletica Brugnera, a Grosseto e Modena negli Junior;  Alessandro  Feruglio (Martello) e Alberto Nonino (Decathlon) del Malignani, Cesare Caiani (2000 siepi) dell’ Atl.Brugnera ed Emiliano Brigante (10 km.marcia) della Trieste Atletica a Rieti e Modena negli Allievi; Annalisa Micco (Disco) della Libertas Majano a Forlì nelle Cadette.

Dal punto di vista organizzativo siamo riusciti a fare in 4 mesi un numero veramente notevole di gare che comportavano un impegno ben superiore al normale causa tutte le limitazioni imposteci dai vari Decreti Nazionali e Regionali che tra l’altro si adeguavano continuamente alla situazione sanitaria costringendo la Federazione ad emettere Protocolli sempre diversi pur di salvare l’attività.

E’ con grande soddisfazione pertanto che apprendiamo come il Triveneto Meeting di Trieste, secondo le classifiche della World Athletics, sia il 3° Meeting Italiano, dopo il Golden Gala di Roma ed il Palio Città della Quercia di Rovereto, il 20° Europeo ed il 26° Mondiale. Il Meeting Sport e Solidarietà di Lignano occupa il 5° posto italiano, il 44° Europeo ed il 60° Mondiale. Sono risultati importanti e sorprendenti : le nostre più vive congratulazioni ai Presidenti Alessandro Coppola della Triveneto Trieste e Giorgio Dannisi della Nuova Atletica Friuli.  

Ma veniamo ai numeri. Nel 2020 sono stati battuti 22 Record Regionali, 13 in meno rispetto al 2019, 16 maschili e 6 femminili, di cui 15 in Gare Standard.

Nelle Graduatorie Regionali All Time i nuovi inserimenti sono 111, 45 in meno rispetto all’anno scorso, 63 negli Uomini e 48 nelle Donne. Man mano che gli anni passano è sempre più difficile, come abbiamo più volte ribadito, inserirsi nei primi 20 assoluti e nei primi di 10 di categoria : bisogna essere dei Campioni ma di Campioni e Campioncini per fortuna ne sforniamo un bel numero ogni anno. I Ragazzi,da qualche tempo in crisi, si stanno riprendendo mentre i Cadetti quest’anno segnano il passo. Molto bene gli Junior e gli Allievi, specialmente in campo maschile. Parliamo ovviamente di numeri e non di persone: le statistiche sono aride e danno solo un quadro generale che però serve tantissimo a fotografare la situazione. E’ sin troppo ovvio che si tratta di un anno anomalo e che il segno “meno” in tutte le statistiche ha cause ben individuabili.

Nelle gare standard il Record maschile più vecchio rimane il Martello Assoluto di Mario Vecchiato con 74,36 datato 10 settembre 1972, solo due settimane prima dei 3000 Allievi di Venanzio Ortis (8’30”6 del 24 settembre 1972). In assoluto c’è l’ 1’03”3 sui 500 di Ottavio Missoni del 4 settembre 1940, più volte avvicinato ma mai battuto in 80 anni.

Sempre nelle gare standard ma al femminile il record della longevità va ai 1000 Ragazze di Nevia Pistrino con 3'06"7 realizzato il 21 maggio 1977 mentre in assoluto c’è un 4’34”6 di Lorella Coretti sui 1500 Cadette del 13 aprile 1975.

Il risultato più datato che compare nelle Graduatorie è il 47’13”4 del polesano Armando Tercovich sui 10000 Marcia che risale al 4 settembre 1927 ma altri risultati degli anni ’30 resistono ancora tra i primi 20 come il 7,28 nel Lungo del 1933 ed il 14,81 nel Triplo del 1937 ad opera di Francesco Tabai, o come il 51,49 nel Disco del 1938 di Giorgio Oberweger ed il 42”8 nella 4 x 100 della Giovinezza Trieste (Furlan, Rugo, Giacchelli, Oberweger) del 1938. Interessante notare come Ottavio Missoni corresse i 400 in 48”8 da Allievo nel 1937 ed in 47”8 da Junior nel 1939: è ancora il 4° di sempre in entrambe le categorie.

Tra le Donne il risultato più vecchio è il 44,86 nel Disco di Maria Cogoi datato 26 agosto 1962 seguito dal 12,72 nel Peso di Brunella Del Giudice del 1963.

Come sempre facciamo in sede di bilancio statistico di fine anno, invitiamo tutti gli operatori a segnalarci eventuali errori od omissioni: ormai dovrebbero essere ridotti al minimo ma sono sempre possibili.

Guarda Tutti i Primati Regionali: Primati Regionali;

Guarda Tutte le Graduatorie Regionali All Time: Graduatorie Regionali Fidal Friuli-Venezia-Giulia;



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate