Lorenzo Paissan atleta dell'anno del Crus

13 Gennaio 2020

Lorenzo Paissan è stato incoronato venerdì sera atleta simbolo del 2019 del Lagarina Crus Team. Grande partecipazione e forti emozioni nella festa annuale della società gialloblù


 

C'è stato molto da festeggiare e celebrare, venerdì sera, in casa Lagarina Crus Team. Il 2019 appena salutato ha permesso di vivere forti emozioni su tutti i fronti per la famiglia gialloblù, riunitasi per la tradizionale festa sociale nel consueto clima di condivisione e serenità. Riportiamo di seguito il resoconto della festa del Lagarina Crus Team di venerdì 8 gennaio 2020 attraverso le parole di Silvia Pedri.

Celebrare il 2019 con i risultati e gli echi che esso porta via con sé pare cosa scontata per il Lagrina CRUS Team ed una gioiosa aria di soddisfazione scalda il clima nel Teatro Parrocchiale “Carlo Baldessarini” di Villa Lagarina per quella che sarà una passerella di volti e di storie che hanno colorato di Giallo-Blu la stagione appena conclusasi.

Si comincia con gli interventi delle autorità ed è Andrea Miorandi (ass.Sport Villa Lagarina) a dare il benvenuto ai presenti seguito dall’ass.Sport Besenello Andrea Sordo e dal portavoce del CSI Giancarlo Manfredi. Bruno Bianchi, a nome del CONI Trentino, spende parole lodevoli definendo il CRUS una realtà compatta come poche mentre Fulvio Viesi, presidente FIDAL sfiora la commozione parlando di una società/famiglia che ormai  da anni sta scrivendo pagine importanti nella storia sportiva Trentina e… oltre confine …

Inaugurano le premiazioni i riconoscimenti ai tecnici tra i quali il Lagrina CRUS Team vanta numerosi specialisti ed allenatori di livello Nazionale oltre al fiduciario tecnico Regionale Pedri Silvano. Tradizionalmente il direttivo aggiudica un premio speciale al volontario dell’anno e nell’occasione si è pensato ad un gruppo: un gruppo di giovanissimi ragazzi e cadetti che nel corso della stagione 2019  sono stati preziosi quale ausilio nell’organizzazione di numerose delle manifestazioni promosse dalla società.

Il viaggio tra i premiati comincia poi dai giovanissimi per culminare con Ragazza/o dell’Anno: ANNA POZZIO e DEMETRIO DALLAGO e cadetta/o dell’anno: SOFIA GALVAGNINI e MARCO NICOLA SARTORI.  Premio speciale “Irriducibile” alla neoAllieva CAMILLA MANZANA mentre il premio di CAMPIONE SOCIALE, che rappresenta il più “importante” tra i giovani se lo aggiudica la saltatrice VIRGINIA CIECH che durante la stagione ha centrato miglioramenti notevoli culminati nella partecipazione al Criterium Nazionale di categoria.

Tra gli Allievi/e, in età critica e spesso attraversata dalle luci ed ombre tipicamente post/adolescenziali, si segnalano il lanciatore FILIPPO SANTORO e la mezzofondista ELENA SCHELFI al momento alle prese con alcune problematiche di salute che le auguriamo di risolvere al più presto.  Compie vent’anni il “Memorial Nando Capelli”, riservato all’allieva o allievo che si distingua  per meriti sportivi e scolastici; per il 2019 parliamo di LISA BOTTANELLI.

I riconoscimenti più importanti, quelli che prendono in considerazione risultati di massimo rilievo vanno ai lanciatori GIACOMO BONA (record trentino del peso promesse) e ANDREA NABACINO che in una stagione condizionata da un brutto infortunio al tendine sigla il il record regionale junior nel getto del peso. Nella velocità il 10”83 nei 100m  vale punteggi elevati ad ERIC BATTAN che si toglie anche lo sfizio di scendere sotto i 23” nei 200m; ANDREA CHIUSOLE in virtù della scalata fino a 3,85 (asta)  raccoglie la convocazione al meeting internazionale Arge Alp ed un premio speciale va anche a lui.  Nel corso della serata, premio a CRISTIAN MODENA , in predicato per partecipare ai mondiali di Ultra Trail e già impegnato con i raduni della nazionale Italiana, ci porta tra spettacoli meravigliosi di una natura quasi poco contaminata e le fatiche di percorsi e gare mai avvicinate da atleti del Lagarina CRUS Team prima di lui.

DANIEL ROCCA continua ad esser una delle speranze del mezzofondo Trentino e vede celebrata nella serata la MEDAGLIA D’ARGENTO nei 1500m ALLIEVI (Agropoli), l’atleta allenato da Claudio Pedri è atteso verso nuovi obiettivi.

Altra medaglia, inedita nei bagagli del CRUS, L’ARGENTO della squadra femminile di Corsa in Montagna conquistata dal trio CARLOTTA UBER, SILVIA BATTISTI e MONICA GIORDANI, sorridenti sul palco per quello che è un successo carico di fatica, perseveranza ma anche allegria e spirito di gruppo.

Gran Prix master con ROBERTO COMAI primo tra i master e MONICA GIORDANI tra le femmine in una classifica lunga e ricca di partecipanti gialloblu.

Alla nomina dell’atleta dell’anno è un unisono in coro: LORENZO PAISSAN… Dal Nebraska ci manda un video con ringraziamenti, saluti e il rinnovo di una fiducia che lo porterà nelle occasioni in cui sarà in Italia a gareggiare ancora con la divisa del CRUS mentre vive in pieno l’occasione sportiva e di vita più importante che gli potesse capitare in quel degli Stati Uniti. La serata si chiude, prima del rinfresco con l’immancabile torta alla frutta di Giovanna ed il rinfresco ben organizzato dai volontari con l’augurio di un sereno e soddisfacente 2020 che possa essere ricco di stimoli mentre i nuovi appuntamenti sono già sullo sfondo quali prossimi passetti lungo la strada che il Lagarina CRUS Team non ha smesso e non smetterà di percorrere con cuore aperto, testa alta ed operosa umiltà.

 

Il sito della società



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate