Trofeo Giovanile Città di Majano

05 Settembre 2021

Udine vince nella Categoria Ragazzi

 
(In Copertina lo Stadio Comunale di Majano)

Di Franco De Mori

Sarebbe stata la 30^ edizione del Trofeo Città di Majano se nel 2020 la pandemia non avesse fatto saltare la Manifestazione. Quest'anno gli amici della Libertas Majano hanno avuto coraggio e le gare si sono svolte regolarmente anche se la rappresentanza straniera si è limitata ad una squadra slovena dimezzata di Capodistria ed il Friuli Venezia Giulia è tornato alla vecchia formula delle Rappresentative Provinciali per rimpinguare i numeri: alla fine a darsi battaglia erano in 17 squadre. Ha vinto Treviso, già vittoriosa nel lontano triennio 2002/2004, su Padova e sulle Marche. Per noi i migliori piazzamenti sono il 6°posto di Udine A e l'8° di Trieste A. Da notare che Udine A è risultata vincitrice della Categoria Ragazzi e Pordenone ha chiuso al 3°posto nelle Ragazze.

Nei Ragazzi tre migliori prestazioni regionali stagionali ad opera di Simone Feruglio dell'Atletica San Daniele con 7"95 sui 60 dove ha conquistato la terza piazza, Leonardo Cafagna della Sportiamo Trieste vincitore dei 600 in 1'36"82 e Claudio Iacuzzo della Lupignanum Lignano con 13,55 nel Peso che gli è valso il gradino più alto del podio. Terza la staffetta di Udine A (Di Nuzzo, Missinato, Feruglio, Iacuzzo) in 52"27. La cosa migliore delle Ragazze viene dai 600 dove Miriam Blaj dei Podisti Cordenons è 2^con 1'43"83 e consolida la sua leadership regionale di quest'anno. Da rilevare il 2°posto della 4 x 100 di Pordenone (Piccì, Perin, Past e Calgaro) con 54"41.

E siamo agli Under 16. Neanche il tempo di gioire per la vittoria negli 80 di Leo Domenis della Trieste Trasporti in 9"23 che arriva il responso dell'anemometro: +2.3.

Peccato! Altri due primi posti per Thomas Cafagna della Sportiamo Trieste che alla prima uscita sui 2000 passeggia per metà gara e poi corre i secondi 1000 in 2'55" e trionfa con 6'06"62, e per Davide Comarin con 14"50 sui 100 Hs anche se il suo PB (13"74) è tanto migliore. Marco Stallone del Malignani salta per l'ennesima volta 1,80 in Alto e vince pure lui mente Morgan Manfrini si eguaglia con 6,33 nel lungo e si piazza terzo. Ancora vittorie per Alberto Morassi della Lavarianese con 13,65 di Peso e per Alessandro Sturman della Trieste Trasporti con 34,30 di Disco. Terza la staffetta di Gorizia A (Comand, Comarin, Vittori, Manfrini) in 46"92. Meno competitive le Cadette con "solo" due vittorie ad opera di Beatrice Tambosco, atleta di casa della Libertas Majano, con 24,70 di Disco e di Anna Pecoraro del Malignani con 32,12 di Giavellotto, gara quest'ultima dove il FVG piazza una tripletta visto che La Violati Tescari della Trieste Atletica è 2^ con 31,46 e la Ros della Sanvitese è 3^ con 31,08.

Particolare impressione hanno suscitato il giavellottista marchigiano di Ascoli Pietro Colonnella capace di 59,76 nel Giavellotto, la velocista, anche lei marchigiana ma di Fano, Alice Pagliarini con 10"19 sugli 80 contro vento e l'ostacolista trentina Sofia Pizzato con 11"54 sugli 80 Hs. La Pagliarini e la Pizzato le abbiamo già viste nei nostri Meeting che costituiscono sempre poli di attrazione per tutta Italia.

Come da tradizione è stato assegnato il premio intitolato ad Antonio Comelli che quest'anno è andato a Matteo Spanu, mezzofondista del Malignani, per quanto riguarda IL CAMPIONE e ad Annalisa Micco, discobola del Malignani ma cresciuta nella Libertas Majano, per quanto riguarda LA PROMESSA. Per poter ricevere il riconoscimento è necessario aver partecipato in passato al Trofeo di Majano.

Guarda Tutti i Risultati da Majano: 29°Trofeo Internazionale Città di Majano


Sofia Pizzinato, Pietro Colonnella, Alberto Morassi e Marco Stallone (foto fvg/fidal)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate