Foudraz pronta per gli Europei Under 20 in Svezia

10 Luglio 2019

Ultimi giorni prima della nuova avventura del talento dell'Atletica Calvesi, Eleonora Foudraz che sarà protagonista, unica valdostana, dei campionati Europei Under 20, in programma a Boras, in Svezia

di Valle D Aosta


 

Ultime rifiniture per Eleonora Foudraz, unica valdostana convocata per i Campionati Europei Under 20 che si terranno a Boras, in Svezia, dal 18 al 21 luglio. La 17enne di Charvensod, classe 2001 (festeggerà i 18 anni a inizio settembre), punta di diamante del movimento giovanile regionale, al primo nella categoria Juniores si è guadagnata questa chiamata grazie al titolo italiano di categoria, vinto a inizio giugno, nella sua specialità, i 400 metri, con il nuovo personale di 54”59.

Eleonora sarà impegnata già nella prima giornata, giovedì 18 luglio, alle 13,45 locali, nelle batterie dei suoi 400 metri. Sarà una prova importante, da dentro o fuori, e per approdare in semifinale, in programma il pomeriggio seguente, venerdì 19 alle 16,55, per il giovane talento guidato da Patrick Ottoz, è probabile sia necessario correre sotto il proprio personale.

L’11 luglio, Eleonora partirà per Formia, dov’è previsto il ritrovo per i 75 azzurrini convocati. La portacolori dell’Atletica Sandro Calvesi è tra le più giovani selezionate dal vicedirettore tecnico per le squadre giovanili Antonio Andreozzi e nel contesto continentale occupa la 33esima posizione delle liste under 20 europee. Nel raduno prima della partenza, si amalgamerà la squadra ed Eleonora potrebbe anche essere chiamata a fare parte della formazione della 4x400, una prospettiva che sarà ufficializzata solamente sotto data.

Eleonora Foudraz ha già all’attivo la positiva esperienza dello scorso anno quando esordì con la nazionale under 18 nei campionati europei di categoria di Gyor (Ungheria), dove concluse al 22esimo posto, con 57”00. Di progressi, sia tecnici che cronometrici, la velocista di Charvensod in questi dodici mesi ne ha compiuti tanti ed è pronta per questa nuova sfida.

Prima di partire per questa nuova avventura in maglia azzurra ci ha detto: “Sto bene e sono molto contenta di essere stata chiamata per questo appuntamento che è il più importante per la mia categoria. Confrontarmi con il meglio a livello europeo è motivante e non vedo l’ora di catapultarmi in questa nuova sfida”.

Queste le ambizioni: “Riuscire a superare il primo turno, come feci lo scorso anno, sarebbe un grande risultato, anche perché la concorrenza è spietata e di altissimo livello. Diciamo che correre la semifinale sarebbe una preziosa opportunità di crescita. Vado in Svezia per vivere un’altra grande esperienza e mi impegnerò per migliorarmi. A livello cronometrico, sarebbe bello correre sotto i 54”50; sto bene e so che è un tempo che posso raggiungere. L’ultimo verdetto lo decreterà la pista ed il cronometro, ma è certo che il mio impegno sarà massimo”.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate