Subito Grande Aurora Berton

02 Maggio 2022

Ottimi anche i lanci al Meeting di Palmanova

 
(In copertina Aurora Berton e Sebastiano Bianchetti)


Di Franco De Mori

In passato il Meeting Nazionale di Palmanova si svolgeva tutto il 1 Maggio ma quest'anno l'enorme numero di concorrenti delle categorie giovanili ha indotto la Libertas Friul Palmanova di Stabile & Oblach a far gareggiare il Settore Assoluto al Sabato, i Cadetti ed i Ragazzi alla domenica Mattina e gli Esordienti alla Domenica Pomeriggio. Il Bruseschi domenica è stato letteramente invaso da una marea di piccoli Atleti senza precedenti: oltre 1.500 di cui 800 Esordienti. Tutto è filato liscio e dobbiamo doverosamente ringraziare il GGG per la perfetta efficienza dimostrata.
Ma andiamo con ordine. Sabato Meeting Nazionale con la stella di casa Aurora Berton che alla prima uscita all'aperto eguaglia il Record Regionale Assoluto dei 100 che apparteneva a Giada Gallina (1991) ed a Giorgia Bellinazzi (2021) con 11"56. E' proprio la Bellinazzi a giungere seconda con un ottimo 11"67. Vento + 0.4 assolutamente regolare. In termini strettamente di punteggio la miglior prestazione tecnica è della discobola delle Fiamme Azzurre Stefania Strumillo che con 54,49 precede il carabiniere Diletta Fortuna con 49,34. Anche Giada Carmassi dell'Atletica Brugnera è di nuovo quella di prima della frattura al braccio che l'ha fermata per mesi: vince i 100 ad ostacoli con 13"43 (w +0.8) precedendo Anna Bionda del Cus Trieste che ormai scende regolarmente sotto i 14" con 13"95. Altro ritorno sui 400 di Francesca Menotti con 56"68 davanti alla compagna di Club Alessia Quargnal (59"79) ed alla sorpresa di Cordenons Giada Raffin (59"97). Bene la Menegale del Cus sugli 800 con 2'17"55 e la Cabai del Malignani, Campionessa Italiana Alieve, che stavolta si cimenta con il Peso delle grandi e vince con 12,56, dopo aver lanciato ai Studenteschi, pochi giorni prima, 14,60 con il suo attrezzo da 3 kg.

Infine il Triplo vinto dalla bresciana Federica Giovanardi con 12,18 che precede le nostre Tripodi (12,14) e Groaz (11,99).

E siamo agli Uomini dove sono ancora i Lanci a farla da padroni. Sebastiano Bianchetti, reatino delle Fiamme Oro, piazza un 19,41 di Peso che prima dell'avvento degli "oriundi" Weir e Ponzio sarebbe stato straordinario ed ora sembra poca cosa ma non lo è. Sempre bene Enrico Saccomano del Malignani nel Disco con 57,75 davanti allo sloveno di Novo Mesto Tadej Hribar con 55,96: il 58,96 di Stefano Petrei vacilla ma resiste. I 100 vanno al palmarino dell'Assindustria Padova Fabrizio Ceglie in 10"66 con vento a + 0.7 e la Promessa della Trieste Atletica Enrico Sancin lima ancora un centesimo allo stagionale con 10"79 (PB 10"68 da junior). Sui 400 è ancora Andrea Chiarvesio ad avere la meglio con 49"77 ed i 1500 sono bellissimi con un'altra vittoria di Matteo Spanu in 3'49"99 davanti allo Junior di Brugnera Cesare Caiani, bronzo agli europei dell'anno scorso sui 3000 siepi, con 3'53"37. Da Citare ancora i 110 Hs del trevigiano Francesco Marconi in 14"40 sul nostro Gabriele Crnigoj con 14"64. Non c'era purtroppo Del Torre. Infine il Lungo con Francesco Ruzza della Trieste Atletica, saltato re in Alto che però fa spesso qualche apparizione nel Lungo, e stavolta salta 6,63 e batte un rientrante Silvestri (6,49) e Blasco (6,23).
Bel Meeting dunque che conferma come la stagione stia decollando. La settimana prossima CDS Allievi a Pordenone e CDS Master a San Biagio di Callalta (Tv).       



Giada Carmassi e Fabrizio Ceglie (foto fvg/fidal)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate